Il teatrino della falsa politica gestita da uomini di paglia e facce da televisione, i candidati alle presidenziali sono dei fantocci, i discorsi vengono scritti da altri e poi certe volte capitano degli errori che ci permettono di capire come sia facile, usando certe parole, far cascare l’opinione pubblica nelle trappole del voto.

I candidati sono scelti anni prima e i loro discorsi vengono creati per suscitare empatia e affetto, il tutto architettato con le giuste conoscenze di comunicazione note fino dal tempo dei nazisti…

E il teatrino continua, buona ipnosi a tutti.

Commenti

commenta